Secondo l’ultima rivelazione dell’istituto di statistica (ISTAT) scende la disoccupazione giovanile attraverso l’utilizzo dei contratti a tempo. A novembre 2017 gli occupati ammonterebbero a 23.183 milioni.

Diminuisce quindi la stima delle persone in cerca di occupazione per il quarto mese consecutivo (-0,6%), una diminuzione che interessa donne e uomini di età giovanile, mentre tra gli over 35 la stima è in aumento. I numeri informano quindi che la stima degli occupati in Italia torna a crescere con un aumento del 0,3%.

Risultano in aumento anche i dipendenti, sia permanenti sia a tempo determinato, mentre sono in lieve calo gli indipendenti. L’istituto nazionale di statistica segnala che l’aumento è determinato esclusivamente dai dipendenti con contratti a termine.

LEGGI ANCHE:  Mercato del lavoro, dati e analisi. Pubblicata la nota di novembre 2022

 

 

Tiziana Biasion

Responsabile dello Studio Rossi, Consulente del Lavoro ed Amministratrice del personale di aziende italiane dislocate in Lombardia, Emilia Romagna, Lazio e di multinazionali con headquarters nel Far East.

Email: tiziana.biasion@studiorossihr.it