Attribuiti dall’INPS oltre 55 milioni di euro a valore sul fondo per il diritto dei disabili, per le assunzioni relative al 2021.

 

Con il decreto interministeriale dell’8 luglio 2021 del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministro per le Disabilità e il Ministro dell’Economia e delle Finanze, registrato dalla Corte dei Conti il 17 agosto 2021 n. 2348 e pubblicato il 31 agosto 2021 nella Gazzetta Ufficiale n. 208, sono stati attribuiti all’INPS 55.539.455 euro, a valere sul Fondo per il diritto al lavoro dei disabili, per le assunzioni relative all’anno 2021.

Le risorse vanno a incrementare quelle già previste per l’annualità 2021 dall’originario decreto interministeriale 24 febbraio 2016, pari a 20.000.000 di euro, nonché quelle previste dal DPCM 21 novembre 2019, pari ad euro 1.915.742.

Di conseguenza, per l’annualità 2021, il Fondo di cui all’art. 13 dispone complessivamente di euro 77.455.197.

LEGGI ANCHE:  Lavoro trasparente ed equilibrio vita-lavoro, approvati gli schemi dei decreti

 

Decreto sulle risorse attribuite all’INPS

Ferma restando l’assegnazione delle risorse, pari euro a 21.915.742, a valere sul “Fondo per il diritto al lavoro dei disabili” di cui all’articolo 13, comma 4, della legge n.68 del 1999, di cui all’articolo 1, comma 1, del decreto del Ministro del lavoro e delle
politiche sociali, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, del 24 febbraio 2016, nonché del DPCM 21 novembre 2019 citato nella parte in premessa, che qui si intendono integralmente richiamati, ai fini della corresponsione
dell’incentivo di cui ai commi 1 ed 1-bis dell’articolo 13 della legge 12 marzo 1999, n. 68, e successive modifiche ed integrazioni, saranno trasferite all’INPS per l’annualità 2021:

a) le risorse versate dai datori di lavoro al medesimo Fondo per contributi esonerativi ai sensi dell’articolo 5, comma 3-bis, della legge n. 68 del 1999 nel VI bimestre 2019 e nei I, II, III, IV e V bimestri 2020 pari a complessivi euro 4.651.565,00, che sono state riassegnate al capitolo nel 2020 (residui di lettera F) e le risorse relative al VI bimestre 2020, per euro 156.644,00, che sono state conferite al capitolo nell’esercizio 2021, per un totale complessivo di euro 4.808.209,00;

LEGGI ANCHE:  Bonus 200 euro in busta paga a luglio, cosa deve fare il datore di lavoro

b) le risorse versate nell’annualità 2020 da soggetti privati al medesimo Fondo a titolo spontaneo e solidale, ai sensi  dell’articolo 13, comma 4-bis, della legge n. 68 del 1999, per complessivi euro 731.246,00 (residui di lettera F);

c) le risorse, pari a euro 50.000.000, a valere sul “Fondo per il diritto al lavoro dei disabili” di cui all’ articolo 13, comma 4, della legge n. 68 del 1999, annualità 2021.

Per l’annualità 2021, il Fondo di cui all’articolo 13 dispone complessivamente di euro 77.455.197. Con successivi decreti saranno trasferite all’INPS le somme così definite.