02.48712455 info@studiorossihr.it

L’INPS informa, con il messaggio n. 2121 del 25 maggio 2018, che all’interno della piattaforma INPS delle prestazioni occasionali, è stata realizzata una nuova funzionalità che consente ai committenti di chiedere il rimborso di eventuali somme  versate ma non utilizzate per le nuove prestazioni occasionali, introdotte dall’art. 54-bis del DL n. 50/2017.

L’INPS precisa che oggetto di tale rimborso potranno essere solo le somme effettivamente versate dai committenti e non quelle di cui si ha la sola titolarità nel portafoglio, in seguito alla concessione di benefici o bonus – come ad esempio il bonus baby sitting.

La procedura di rimborso potrà essere attivata da parte del committente attraverso il canale telematico accedendo al sito internet dell’INPS, mediante PIN, identità SPID o Carta Nazionale dei Servizi.

Seguito conferma, l’istanza di rimborso verrà protocollata dai sistemi dell’Istituto e verrà rilasciata una ricevuta in formato .PDF. Dopo i relativi controlli, l’istanza potrà essere accolta o rigettata con specifica delle motivazioni. Se accolta verrà inviata in liquidazione e le relative somme richieste a rimborso verranno accreditate  secondo lo strumento di pagamento scelto dall’utilizzatore.

 

 

Tiziana Biasion

Responsabile dello Studio Rossi, Consulente del Lavoro ed Amministratrice del personale di aziende italiane dislocate in Lombardia, Emilia Romagna, Lazio e di multinazionali con headquarters nel Far East.

Email: tiziana.biasion@studiorossihr.it