Scatta oggi, 15 febbraio 2022, l’obbligo vaccinale per tutti i lavoratori over 50 anni, sia del settore pubblico che di quello privato. Gli obblighi e le sanzioni per i datori di lavoro.

 

L’obbligo vaccinale per i lavoratori aventi oltre 50 anni di età parte da oggi, martedì 15 febbraio 2022, in tutta Italia.

Per tutti i lavoratori over 50, sia del settore pubblico che di quello privato, quindi, a partire da oggi dovranno esibire il Green Pass rafforzato, il cosiddetto “Super Green Pass”, per accedere al luogo di lavoro.

Dall’obbligo vaccinale è esentato solo chi non può vaccinarsi per ragioni sanitarie, previo accertamento di pericolo per la salute, in relazione a specifiche condizioni cliniche documentate, attestate dal medico di medicina generale dell’assistito o dal medico vaccinatore, e chi è guarito dal Covid da meno di 120 giorni e deve quindi aspettare 4 mesi prima di un’ulteriore dose.

LEGGI ANCHE:  Lavoro trasparente ed equilibrio vita-lavoro, approvati gli schemi dei decreti

 

Obbligo dei datori di lavoro

I datori di lavoro, da oggi 15 febbraio 2022, sono tenuti alla verifica delle certificazioni verdi in possesso dai dipendenti. I lavoratori che ne sono sprovvisti saranno considerati assenti ingiustificati e sospesi senza stipendio, anche se manterranno il diritto di conservare il proprio posto di lavoro.

E’ prevista una multa da 400 a 1.000 euro per i datori di lavoro che non effettuano i controlli.

Fino al 15 giugno 2022 i datori di lavoro, indipendentemente dal numero di dipendenti in azienda, dopo 5 giorni di assenza ingiustificata possono sospendere i lavoratori senza conseguenze disciplinari e con diritto alla conservazione del rapporto di lavoro, ma senza diritto alla retribuzione, né altro compenso o emolumento.

LEGGI ANCHE:  Assegno unico 2022, giugno è l'ultimo mese per richiedere gli arretrati

 

Sanzioni previste per i lavoratori non vaccinati

  • Sospensione dal lavoro, senza retribuzione.
  • Sanzione da 600 a 1.500 euro per coloro che si recano al lavoro senza Green Pass rafforzato.
  • In caso di reiterata violazione, la sanzione viene raddoppiata.